Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» GIORNATA 6 FANTACALCIO DITO MEDIO
Ven Apr 24, 2009 2:06 am Da Admin Stronzin

» GIORNATA 5 FANTACALCIO DITO MEDIO
Ven Apr 17, 2009 7:23 pm Da manriche

» GIORNATA 4 FANTACALCIO DITO MEDIO
Ven Apr 10, 2009 6:41 pm Da pepe

» GIORNATA 3 FANTACALCIO DITO MEDIO
Mar Mar 31, 2009 3:29 am Da Shaiser

» CUNEGO
Lun Mar 30, 2009 5:20 pm Da Admin Stronzin

» Formula 1 2009 - Calendario Gare e Lista Piloti
Lun Mar 30, 2009 5:15 pm Da Admin Stronzin

» GP AUSTRALIA
Lun Mar 30, 2009 5:13 pm Da Admin Stronzin

» Rossi
Lun Mar 30, 2009 5:11 pm Da Admin Stronzin

» GIORNATA 2 FANTACALCIO DITO MEDIO
Ven Mar 20, 2009 5:13 am Da Mamo

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum

Lazio

Andare in basso

Lazio

Messaggio  Admin Stronzin il Gio Feb 26, 2009 10:27 pm

Tutto sulla Lazio
avatar
Admin Stronzin
Admin

Numero di messaggi : 193
Punti : 3489
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 23.02.09
Età : 43
Località : Peru

Visualizza il profilo http://calcioitaliano.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Lazio

Messaggio  Totix il Dom Mar 01, 2009 1:07 pm

Riecco Zarate, la Lazio risale
Il Bologna precipita in basso

Una doppietta dell'argentino permette alla Lazio di battere gli emiliani nel primo anticipo del 26° turno. Punizione e tocco delizioso per l'attaccante, che non segnava da metà dicembre. Mihajlovic in crisi, non vince da un mese

ROMA, 28 febbraio 2009 - Sarà un caso, ma la resurrezione della Lazio ne apre un'altra: quella di Mauro Zarate. L'argentino, che non segnava da metà dicembre (nel 3-3 di Udine), torna a firmare il tabellino dei marcatori. E lo fa con una doppietta che stende il Bologna. Il 2-0 dell'Olimpico è la fotografia migliore della partita, quasi dominata dai biancocelesti. Troppo molli gli uomini di Mihajlovic (discutibili alcune sue scelte iniziali), mai pericolosi e privi di idee. E' stato facile per i padroni di casa prendere in mano il pallino. Con un Foggia incontenibile, oltre al già citato Zarate. Lazio settima fino a domani, mentre il Bologna ormai non sa più vincere: l'ultima volta, un mese fa a Bergamo.

Ripetere Lecce? Si può. Delio Rossi conferma lo stesso modulo di sei giorni fa, con Foggia largo a sinistra e Pandev-Zarate davanti. Unica novità, De Silvestri al posto dell'acciaccato Lichtsteiner. Il Bologna, invece, si abbottona: Di Vaio unica punta, centrocampo folto con la novità Rodriguez a sinistra. Ex a pioggia: da Mihajlovic a Belleri, senza dimenticare lo stesso Di Vaio, Mudingayi e Mutarelli.

Già dai primi minuti si delinea un duello abbastanza impari. Foggia a sinistra fa quello che vuole con Belleri. Il mancino si esalta: azioni personali, dribbling, tiri (fiacchi). Il terzino bolognese arranca e si arrangia come può, visto che nessuno, peraltro gli dà una mano. Zarate e Pandev, sulla scia, sembrano in serata, e il dominio della Lazio comincia a concretizzarsi. Anche se Antonioli non deve fare grandi parate. Dall'altra parte, comunque, gli emiliani si vedono proprio poco.

Di Vaio è isolatissimo e il più pericoloso è Rodriguez. L'uruguaiano ha sulla testa una bella occasione, ma schiaccia male un cross di Valiani. Sono azioni sporadiche, comunque. Perché nel frattempo arriva il gol della Lazio: punizione dal limite che, dopo un lungo conciliabolo, batte Zarate. Parabola perfetta, Antonioli immobile e 1-0, con esultanza polemica ("Non vi sento", rivolto al pubblico). Nono gol per l'argentino in campionato. L'ottavo, però, datava metà dicembre (Udinese-Lazio).

Cambia molto Mihajlovic a inizio ripresa. Negli spogliatoi restano Valiani e Rodriguez, dentro un altro incontrista (Mutarelli) e la seconda punta per dare ossigeno a Di Vaio: Marazzina. L'ex Chievo dà un po' di vivacità, ma Muslera resta in sostanza disoccupato. Così come continua lo show di Foggia e, seppur in tono minore, di Zarate. Il primo meriterebbe il gol, l'altro ogni volta che accelera fa danni. Manca solo il gol per chiudere il discorso.

Ci vuole una giocata sull'asse Rocchi-Zarate. Già, Rocchi, appena entrato al posto di uno spento Pandev, regala all'argentino un assist perfetto, sfruttato con un tocco sotto a superare Antonioli in uscita. Sipario sul match, il Bologna spegne la luce e rischia di prendere altri due gol in contropiede. Un paio di azioni in fotocopia di Rocchi, che rientra da sinistra per calciare a lato da buona posizione. Il 2-0, comunque, basta e avanza.
avatar
Totix
Onorario

Numero di messaggi : 34
Punti : 3435
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 24.02.09
Età : 28

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Lazio

Messaggio  Admin Stronzin il Mer Mar 04, 2009 7:59 am

La Juve prova a scappare
La Lazio rimonta e vince


L'andata della prima semifinale di Coppa Italia all'Olimpico di Roma finisce 2-1. Bianconeri avanti con Marchionni, biancocelesti che dominano la ripresa e replicano con Pandev e Rocchi. Grandi parate di Manninger, non convalidata per un fuorigoco dubbio una rete di Iaquinta
Goran Pandev segna l'1-1 con un bel sinistro. Ap
MILANO, 3 marzo 2009 - Lazio-Juventus diverte. E dopo tutte le polemiche extracalcistiche queste ore, è già una bella notizia. All'Olimpico di Roma, nell'andata della semifinale di Coppa Italia, finisce 2-1 per i biancocelesti. Che rimontano la rete di Marchionni con i centri di Pandev e Rocchi, che in contumacia Zarate (squalificato) fanno la differenza. Il doppio confronto resta aperto. Nel ritorno, in programma il 22 aprile, la Juve avrà l'opportunità di ribaltare il risultato, ma ci vorrà la squadra che ha ben giocato il primo tempo, non quella messa sotto nella ripresa dalla formazione di Rossi. Apparsa brillante e determinata, del resto la Coppa Italia può rappresentare il passaporto per l'Europa. Le vittorie consecutive diventano tre. La Juve tiene aperto anche il terzo fronte dei suoi obiettivi stagionali, ma si è salvata grazie alle parata di un super Manninger.
RETE FANTASMA - Si parte subito forte. Con Iaquinta scatenato e vicino al gol: l'attaccante è tanto nervoso quanto mobile, e prova la conclusione appena intravede un pertugio nella difesa biancoceleste. La Lazio replica con un Rocchi insidiosissimo con i tagli repentini verso l'area: una sua girata al volo è spettacolare ma centrale, Manninger è sicuro in presa. Il ritmo è alto, i capovolgimenti di campo continui. Bello. Divertente. Anche perchè gli attacchi hanno la meglio sulle difese, e le squadre danno tutto, non pensando ai prossimi di impegni di campionato. La semifinale di coppa Italia significa che c'è un trofeo dietro l'angolo da provare ad agguantare. Iaquinta al 18' trova il gol, lanciato in area da Tiago sul filo del fuorigioco, ma la rete viene annullata per offside. Che non sembra esserci.
MARCHIONNI GOL - La rete del vantaggio la Juve la trova lo stesso. Con Marchionni, la cui conclusione di sinistro è deviata da Kolarov alle spalle di Muslera. Terzo centro stagionale per l'esterno destro di Ranieri. Ancora un'autorete mette la partita in discesa per i bianconeri, come già con il Napoli nell'ultima uscita di campionato.
PARATE MANNINGER - Stasera a difendere la porta della Juve non c'è Buffon. Turn over. Manninger non lo fa rimpiangere, quando si distende su Rocchi prima, e sulla punizione di Ledesma poi. La Lazio attacca, vivace e brillante, ma va negli spogliatoi, all'intervallo, sotto di un gol.
PARI PANDEV - Si riparte senza cambi. Poi Rossi inserisce Mauri per Manfredini. Lazio più offensiva, che dopo il quarto d'ora intensifica il ritmo. E arriva il pareggio di Pandev, di sinistro in mischia, dopo una grande parata di Manninger su Lichtsteiner. Sesto gol in coppa Italia per il macedone, capocannoniere della competizione.
LAZIO SCATENATA - I bianconcelesti insistono. Attaccano a folate. Peggio della bora per la difesa juventina, che trema. Manninger si esalta su Foggia, poi la traversa lo aiuta ancora su una punizione dell'ex Cagliari. Quindi Mauri va vicino al 2-1 con un sinistro incrociato che passa vicino al palo lungo difeso dal portiere austriaco.
ROCCHI GOL - Dai e dai, alla fine la Lazio passa ancora. Inesorabile. Rocchi se ne va a Chiellini in velocità e trafigge Manninger. 2-1, e rimonta completata. La Lazio prova a rimpinguare il risultato, ma la Juve. Qualificazione che resta sospesa al ritorno a Torino.
avatar
Admin Stronzin
Admin

Numero di messaggi : 193
Punti : 3489
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 23.02.09
Età : 43
Località : Peru

Visualizza il profilo http://calcioitaliano.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Lazio

Messaggio  Admin Stronzin il Mer Mar 04, 2009 8:00 am

Lotito condannato a 2 anni

La sentenza dei giudici della seconda sezione penale del tribunale di Milano riguarda la vicenda dell'acquisto di azioni Lazio avvenuto nel 2005. Coinvolto anche l'imprenditore Roberto Mezzaroma
Claudio Lotito è nato a Roma il 9 maggio 1957. Ansa
MILANo, 3 marzo 2009 - Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, è stato condannato a due anni di reclusione e l'imprenditore Roberto Mezzaroma a un anno e 8 mesi. I due erano accusati di aggiotaggio manipolativo e informativo e di ostacolo all'attività agli organi di vigilanza.
I giudici della seconda sezione penale del tribunale hanno inoltre condannato Lotito e Mezzaroma a una multa rispettivamente di 65 mila e 55 mila euro e tutti e due all'interdizione dai pubblici uffici per un anno. Il pm Laura Pedio aveva chiesto al collegio di condannare il presidente della Lazio a 1 anno e 8 mesi e 20 mila euro di multa e l'imprenditore romano a 1 anno e 4 mesi e 20 mila euro di multa. Le accuse mosse dalla Procura riguardano il titolo della società calcistica romana.
Secondo la ricostruzione del pm tra Lotito e Mezzaroma c'era stato un accordo "interpositorio" che il 30 giugno 2005 aveva portato l'imprenditore ad acquistare il 14,61% di azioni della Lazio per conto di Lotito in modo tale che quest'ultimo non apparisse titolare del pacchetto in base al quale doveva lanciare l'Opa in quanto "sforato" il 30%. In questo modo avrebbero ingannato il mercato portando così ad una alterazione del prezzo del titolo.
I difensori dei due, gli avvocati Gian Michele Gentile e Matteo Uslenghi dopo la lettura del dispositivo hanno dichiarato: "Siamo meravigliati e confidiamo che la corte d'Appello voglia restituire il processo al giudice naturale che è a Roma e riconosca l'inesistenza delle accuse contestate". Le difese poco prima che i giudici si ritirassero in camera di consiglio avevano di nuovo chiesto il trasferimento del processo nella Capitale. Tale istanza era già stata respinta dal tribunale l'anno scorso.
avatar
Admin Stronzin
Admin

Numero di messaggi : 193
Punti : 3489
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 23.02.09
Età : 43
Località : Peru

Visualizza il profilo http://calcioitaliano.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Lazio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum